InformazioneStoria

Un grande umbro: Valter Baldaccini

La vicenda spirituale, umana e professionale di Valter Baldaccini è tratteggiata un libro di Ottaviano Turriani, amico di infanzia dell’imprenditore di Cannara scomparso nel 2014, edito dalla Morlacchi editore.[1]

E’ una lettura utile per conoscere meglio questa figura che è parte della storia recente della Umbria, ma anche della industria italiana. Il libro guida alla scoperta delle origini e delle motivazioni che hanno portato a questi risultati  e ci auguriamo che sia seguito da un impegno di ricerca continuativo per mettere in risalto in dettaglio e con abbondanza, le opere di Valter Baldaccini che, come tutte le persone vere, amava di più fare che ostentare.

Valter Baldaccini è stato senz’altro un imprenditore “visionario” che ha saputo creare una realtà aziendale come Umbragroup, ma è stato, in primo luogo, uomo del servizio e della speranza. Del servizio perché ha saputo mettere a disposizione della comunità le sue altissime competenze professionali ed umane facendo sì che il suo lavoro andasse a vantaggio della sua famiglia, dei dipendenti, della comunità umbra e via via di tutte le persone con cui veniva in contatto. E’ stato però anche un uomo della speranza perché nelle difficoltà, ha sempre visto le opportunità per diffondere il bene cogliendo il meglio delle persone, riuscendo ad unirle su comuni progetti professionali ma anche umani.

Leggere la sua biografia è molto utile per comprendere in primo luogo le sue motivazioni profonde ed il legame con la comunità che lo ha aiutato ad esprimere il meglio. Risalta l’esperienza amministrativa nel Comune, la formazione con i Salesiani, il volontariato durante l’alluvione di Firenze del 1966 e il continuo andare e venire di Valter Baldaccini fra la sua comunità di origine ed il mondo, senza dimenticare i valori di  partenza  ma  anzi condividendoli.  “Porchetta”, ospitalità, amicizia, sport e musica sono stati tutti elementi mobilitati per costruire vere relazioni che sono durate nel tempo e hanno costituito la base per lo sviluppo della azienda.

Un esempio interessante di approfondimento  è il libro “Valori e innovazione: mobilitare le risorse umane nelle organizzazioni” a cura di Carlo Odoardi [2]che studia la gestione del personale partendo anche dalla esperienza di Umbragroup e quindi, evidenziando come si è realizzata in pratica, la visione manageriale di Baldaccini. La figlia Beatrice Baldaccini ha guidato questo progetto e ci auguriamo che la Fondazione continui a valorizzare il capitale umano e professionale lasciato da Valter Baldaccini attraverso azioni e pubblicazioni.


[1] Valter Baldaccini. Un grande uomo, un grande amico (1945-2014); Ottaviano Turrioni; Morlacchi Editore; 2019

[2] Valori e innovazione. Mobilitare le risorse umane nelle organizzazioni; a cura di Carlo Odoardi; Apogeo; 2012

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Controlla Anche
Close
Back to top button